Tax Planning Internazionale Logo Text G 150
Contattaci su Whatsapp

Perché dovresti iscriverti all’AIRE?

13 Gennaio 2024

Ti sei trasferito all’estero o sei in procinto di farlo? Allora è il caso che ti spieghi brevemente che cos’è l’AIRE, a cosa serve, quali sono i vantaggi e gli svantaggi principali di questa iscrizione.

L’AIRE, acronimo di Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero, è un registro anagrafico gestito dal Consolato italiano.


L’iscrizione all’AIRE è obbligatoria per gli italiani che trasferiscono la loro residenza all’estero per un periodo superiore ai 12 mesi, qualunque sia il motivo del trasferimento e deve essere effettuate entro 90 giorni dall’espatrio.


Non sono invece tenuti all’iscrizione, coloro che permangono all’estero per un periodo inferiore ai 12 mesi (come potrebbero essere i lavoratori stagionali), né i dipendenti dello stato ed il personale militare distaccato all’estero.

Iscriversi all’AIRE è importante per gli italiani che risiedono all’estero per
diverse ragioni:

  1. Aggiornamento delle Informazioni Anagrafiche: Iscriversi all’AIRE
    consente di mantenere aggiornate le proprie informazioni anagrafiche
    presso il Consolato italiano. Questo è importante per garantire una
    corretta comunicazione e ricevere documenti ufficiali dal governo
    italiano.
  2. Facilitazioni Burocratiche: Essere iscritti all’AIRE semplifica le
    procedure burocratiche per gli italiani residenti all’estero. Ad esempio,
    quando si richiedono servizi consolari o documenti ufficiali (come la
    carta d’identità ed il passaporto), il Consolato può fornire assistenza più
    efficientemente se le informazioni sono aggiornate.
  3. Esercizio del Diritto di Voto: Gli italiani iscritti all’AIRE mantengono il
    diritto di voto per le elezioni politiche e per il referendum.
  4. Riconoscimento dei Matrimoni e dei Nati all’Estero: L’AIRE è importante
    anche per il riconoscimento dei matrimoni contratti all’estero e per la
    registrazione dei figli nati all’estero.
  5. Questioni Fiscali: l’iscrizione all’AIRE costituisce presunzione relativa
    (oggetto di possibile prova contraria) della non residenza fiscale in
    Italia. Questo ti permetterà di non dover dichiarare i tuoi redditi nel
    nostro paese e di beneficiare di numerosi vantaggi che offrono le
    convenzioni contro le doppie imposizioni.
  6. Comunicazioni Istituzionali: Essere iscritti all’AIRE consente di ricevere
    comunicazioni istituzionali importanti da parte del governo italiano e del
    Consolato, garantendo una connessione con la propria patria anche se
    fisicamente lontani.

Tuttavia, l’iscrizione all’AIRE comporta anche alcuni svantaggi: uno su tutti è
la perdita del diritto all’assistenza sanitaria nazionale di base.
Chi è iscritto all’AIRE potrà beneficiare soltanto dell’assistenza sanitaria
urgente, cioè quella garantita dal pronto soccorso, per un periodo di 90 giorni,
anche non consecutivi.
In ogni caso, se ti sei traferito in un altro Paese UE, a determinate condizioni
è possibile attivare la TEAM. Si tratta della tessera sanitaria europea che dà
diritto all’assistenza sanitaria in ogni Paese UE.

Quali sono le conseguenze di una mancata iscrizione all’AIRE?

L’iscrizione al registro AIRE è sempre stato un adempimento obbligatorio ma, a partire dal 2024, con l’approvazione della nuova Legge di Bilancio, è diventata un’omissione sanzionabile.


Si tratta di una sanzione amministrativa pecuniaria, che può andare dai 200 ai 1.000 euro per ciascun anno in cui perdura l’omissione e per ciascun membro del nucleo familiare che si è trasferito all’estero senza registrarsi all’AIRE.

Le autorità amministrative hanno la possibilità di erogare la sanzione fino al 31/12 del quinto anno successivo a quello della mancata iscrizione. Da qui, quindi, l’importanza di adempiere a questa formalità.

Per un corretto trasferimento di residenza all’estero non esitare a richiedere una consulenza.

Wish You All The Very Best
Luca Taglialatela

Luca Taglialatela

Dottore commercialista e tributarista internazionale, creatore di Trasferimento Sicuro, il primo blog dedicato ai trasferimenti di residenza fiscale dall’Italia verso l’estero e Tax Planning Internazionale, il primo blog che insegna agli imprenditori come risparmiare fiscalmente sull’attività della propria azienda grazie al tax planning internazionale.

Leggi Anche:

Iscriviti alla Newsletter

Scarica adesso gratuitamente la I Parte della Guida “I 25 passi per Trasferirsi all’Estero in Sicurezza”e comincia ad orientarti sulle principali linee guida da seguire elaborate grazie alla nostra esperienza ultraventennale.

cover ebook luca IPAD pt.1
Cerca