Tax Planning Internazionale Logo Text G 150
Contattaci su Whatsapp

Trasferirsi in Paraguay: il Far West Fiscale

18 Luglio 2016
In questo report ti spiego perché trasferirsi in Paraguay può diventare un’opportunità unica per il tuo business, per i tuoi affari e per la tua vita in generale.

trasferirsi in paraguay

Il Paraguay è un piccolo paese sudamericano senza alcuno sbocco al mare situato tra Argentina e Brasile in mezzo alla foresta e alla pampa. Personalmente sono stato solo ad Asuncion, la capitale, per una giornata in attesa dell’aereo per Montevideo qualche anno fa. Quindi non posso dire di conoscerlo in lungo e in largo. Ad ogni modo ci tornerò l’anno prossimo, infatti per un incontro di tributaristi internazionali a Rio de Janeiro mi allungherò in Paraguay per studiare meglio questo sistema fiscale. A quel punto potrò accumulare più informazioni interessanti.

Tuttavia nel mio network di consulenti fiscali internazionali ho sentito cose molto interessanti sul Paraguay che possono renderlo un luogo dove andare a vivere qualora tu sia stanco di pagare le imposte nel Regno delle Tasse, l’Italia.

Possiamo iniziare con il dire che il Paraguay è un paese a tassazione territoriale. Per chi mi segue da molto tempo avrà capito che io ho una particolare predilizione per i paesi a tassazione territoriale perché offrono enormi opportunità agli imprenditori internazionali.

Ti faccio un esempio concreto del sistema che applica il Paraguay. La tassazione territoriale, a differenza di quella cosiddetta Worldwide, tassa i propri residenti solo sul reddito prodotto da fonti locali. Questo vuol dire che se sei un residente del Paraguay e vendi all’estero non paghi tasse. Paghi le tasse solo quando vendi merci o servizi sul territorio del Paraguay.

trasferimento sicuro

Ti rendi conto da solo delle implicazioni che un sistema del genere può significare per la tua attività. Se sei un consulente o un venditore di qualsiasi merce puoi stabilirti ad Asuncion, la capitale, e vendere in tutto il mondo senza pagare un euro di imposte. Ovviamente devi avere un’impresa o un attività seria. Se sei un tabaccaio o un macellaio generico puoi scordarti questa ipotesi. Ma se hai un modello di business serio allora questa è la tua opportunità.

L’imposta sul reddito personale in Paraguay è del 10%, praticamente ai livelli della Bulgaria o degli altri paesi balcanici. Puoi star certo che, a parte Monaco, alcune isolette e altre città stato, nei paesi “veri” non troverai mai un livello di tassazione inferiore al 10%. Per cui quando un paese ti offre di pagare imposte così basse non perdere tempo a trasferirti subito. Tanto più che queste imposti le paghi solo sul reddito generato da fonti locali.

Ma le sorprese non sono finite qui: in Paraguay non solo c’è un’imposta sul reddito estremamente bassa e c’è un sistema di tassazione territoriale, ma c’è anche un IVA solo del 10%. (In tutta Europa, esclusa Andorra, la media IVA è del 20%)

Questa combinazione di tre elementi rende il Paraguay probabilmente il paese più conveniente al mondo dove trasferirsi. Se puoi permetterti di andare a vivere così lontano dall’Italia (puoi gestire i clienti da lontano) e ti piace il Sud America, allora non perdere tempo. Condizioni migliori le trovi difficilmente. Tanto più che il Paraguay non è nemmeno un paese black list.

Trasferirsi in Paraguay: come si vive

Il Paraguay è considerato dai consulenti fiscali sud americani un vero e proprio far west fiscale. Ho sentito storie su questo paese che farebbero rabbrividire, ecco perché viene considerato un luogo selvaggio dove trasferirsi.

Per esempio, ho sentito che alcuni studi locali possono farti avere un passaporto in 3 mesi senza che tu debba recarti sul posto e pagandolo poco più di 3000 euro. Ovviamente questa pratica è stata abusata e oggi le autorità stanno correndo ai ripari, ma la cosa è incredibile comunque.

Un paese dove puoi ottenere il passaporto in 3 mesi senza nemmeno vivere sul posto è il far west a tutti gli effetti. Tuttavia la delinquenza non è elevata rispetto al Brasile, al Messico o al Venezuela.

Se decidi di trasferirti in Paraguay puoi anche acquistare una casa. Semmai dovessi rivenderla l’imposta sul capital gain è del 10% per i residenti. Ma se non sei residente allora scegli solo di affittare l’abitazione poiché i non residenti al momento della vendita subiscono un’imposta sul capital gain tra il 30% e il 50%. E’ evidente che questa misura è chiaramente destinata a impedire ai non residenti di fare comparvendita di abitazioni, di generare una bolla immobiliare e creare un’emergenza abitativa.

trasferimento sicuro

Il costo della vita è assolutamente basso, dal cibo, agli affitti, all’abbigliamento, fino ai trasporti il costo della merce è inferiore per oltre il 50% rispetto ai prezzi di Roma. Il prezzo di un abitazione al metro quadrato è di circa 500 euro al centro di Asuncion rispetto ai 9000 euro al centro di Roma. Questo si traduce in una qualità della vita più alta per chi vive in Paraguay e gode di uno stipendio italiano. Tanto più che puoi creare facilmente un magazzino oppure degli uffici ad Asuncion con personale locale.

L’ostacolo della lingua è praticamente inesistente visto che lo spagnolo è uguale all’italiano e in Paraguay ci sono molte scuole di italiano, oltre a molte famiglie di origine italiana. Trovare traduttori e dipendenti che parlino italiano è molto più semplice di altri paesi del Sud America.

L’unico aspetto negativo per un italiano che è abituato a vivere in una penisola, bagnata dal mare, è che in Paraguay non esiste accesso al mare e il paesaggio ne è irrimediabilmente influenzato in negativo. Ma ci sono numerose altre attrattive naturali: cascate, fiumi, una natura rigogliosa che compensano questo aspetto.

Il Paraguay è una terra ancora poco esplorata e trasferirsi è una decisione importante da prendere. Basti pensare che, come in Amazzonia, ci sono ancora tribù di indigeni che hanno pochissimi contatti con la civiltà. E’ un luogo ottimo per un imprenditore italiano, che notoriamente ha un fortissimo spirito di avventura e intraprendenza.

Luca Taglialatela

Dottore commercialista e tributarista internazionale, creatore di Trasferimento Sicuro, il primo blog dedicato ai trasferimenti di residenza fiscale dall’Italia verso l’estero e Tax Planning Internazionale, il primo blog che insegna agli imprenditori come risparmiare fiscalmente sull’attività della propria azienda grazie al tax planning internazionale.

Leggi Anche:

Iscriviti alla Newsletter

Scarica adesso gratuitamente la I Parte della Guida “I 25 passi per Trasferirsi all’Estero in Sicurezza”e comincia ad orientarti sulle principali linee guida da seguire elaborate grazie alla nostra esperienza ultraventennale.

cover ebook luca IPAD pt.1
Cerca