Tax Planning Internazionale Logo Text G 150
Contattaci su Whatsapp

Una guida completa sul trasferimento in Cile

22 Novembre 2022

Se hai preso in considerazione l’idea di espandere il tuo business all’estero con l’obiettivo di accedere a nuovi mercati e far crescere la tua attività, allora devi assolutamente conoscere il Cile prima di prendere la tua decisione.

In questo articolo esamineremo alcuni dei motivi principali per cui dovresti considerare il Cile per stabilire la tua attività e la tua residenza.

Scoprirai le informazioni più importanti sul Cile, uno Stato del Sud America lungo circa 4.200 kilometri, con confini che si estendono su tre continenti e un clima che va dalle lande deserte del nord ai terreni ghiacciati e freddi del sud della Patagonia.

Ma vediamo insieme quali sono le caratteristiche del Cile e perché dovresti trasferirti in questo magnifico Paese del Sud America.

Cile: quattro stagioni, tre continenti

Il Cile è un paese incredibilmente vario, con deserti, isole, le Ande e l’Antartide da scoprire. Gli immigrati che si spostano in Cile devono esplorare un paese che si estende attraverso tre continenti. Mentre il territorio principale del Cile si trova sulla costa occidentale del Sud America, l’Isola di Pasqua – il suo confine più occidentale – appartiene all’Oceania. Nel sud, il suo territorio arriva fino all’Antartide.

Proprio come la sua geografia, il clima del Cile varia notevolmente. Nel nord, è più probabile sperimentare il clima del deserto, mentre il sud della Patagonia è spesso ghiacciato e freddo, noto per i suoi forti venti. La zona centrale ha un clima mite e caldo, ma le precipitazioni sono più frequenti.


Santiago del Cile

In una giornata senza smog, una delle prime cose che salta all’occhio riguardo la capitale del Cile è il fantastico scenario che circonda la città. 

Ad est sorgono le Ande e ad ovest la più piccola catena costiera cilena. 

Con vari quartieri caratteristici, Santiago sembra avere tutto: portici in stile spagnolo, splendidi Palacios, innumerevoli musei, una vivace scena artistica, affascinanti caffè e molto altro ancora.

In estate, la temperatura è sempre intorno ai 30 ºC, anche se di notte può scendere fino a 15 ºC. In inverno, la vicinanza alle Ande è l’ideale per gli appassionati di sport invernali.


Le Ande e il Norte Grande

La “Cordillera de Los Andes” costituisce la spina dorsale del Cile. La catena montuosa ha un’altezza media di 5.000 m, ma inizia a scendere poco dopo Santiago e svanisce una volta arrivati a sud del continente. Gli amanti delle attività all’aria aperta adoreranno esplorare le sue cime, tra cui i vulcani Llullaillaco, Tres Cruces e Ojos del Salado.

Norte Grande, o Grand North (il Grande Nord), confina con il Perù ed è sede del deserto di Atacama, che è considerato una delle aree più secche del mondo. In alcune zone del Norte Grande non si vede nemmeno un po’ di pioggia durante tutto l’anno, motivo per cui la maggior parte delle persone si stabilisce sulla costa.

Un ambiente imprenditoriale favorevole

Il Cile continua ad essere considerato come l’ambiente economico più sviluppato e più trasparente dell’intera America Latina. Il governo cileno è concentrato sul mantenimento di un mercato libero e di un’economia competitiva attraverso l’implementazione di politiche “business friendly”.

Un evento degno di nota è stata l’introduzione di un nuovo tipo di entità legale molto simile alle nostre S.p.A.. In questo modo è stato snellito di molto il processo di costituzione di un nuovo business, anche quando è presente un solo azionista. 

Inoltre il capitale sociale minimo è stato ridotto a Zero, è consentito il 100% di proprietà straniera e non ci sono controlli monetari sul movimento dei capitali.


Un’economia competitiva

Il Cile si classifica costantemente come l’economia più competitiva del Sud America, sostenuta da un ambiente imprenditoriale favorevole, una forza lavoro istruita, buone infrastrutture e rotte commerciali ben sviluppate con il resto del Mondo. 

A livello internazionale il Cile è conosciuto come un posto sicuro in cui investire grazie ad un mercato libero e dinamico.

Inoltre sono disponibili numerosi incentivi finanziari per le società internazionali che desiderano investire e fare affari in Cile.

Un esempio? I crediti d’imposta sono molto generosi, e sono disponibili per le aziende che intraprendono attività di ricerca e sviluppo in Cile. 


Alleanza del Pacifico

Un altro motivo per cui il Cile è un Paese perfetto per trasferire la propria residenza o attività è la forte connettività ai mercati globali. Infatti il Cile ha firmato più accordi internazionali di libero scambio di qualsiasi altro Paese.

Insieme a Colombia, Messico e Perù, il Cile costituisce l’alleanza del Pacifico che collega i Paesi dell’America Latina lungo la costa del Pacifico. 

L’Alleanza del Pacifico è una piattaforma strategica progettata per facilitare la libera circolazione di beni, investimenti e persone.

Per questi e altri motivi il Cile è considerato un’ottima giurisdizione per avviare o espandere un’attività o per trasferire la propria residenza.

Requisiti per il visto in Cile

A seconda dei nostri obiettivi di viaggio abbiamo a disposizione diversi tipi di visto da poter selezionare per visitare il Cile. Vediamo insieme quali sono e tutti i requisiti necessari per viaggiare in Cile senza problemi.


Visto Turistico

Gli espatriati che decidono di visitare il Cile prima del loro trasferimento – magari per una visita di accertamento o per cercare un lavoro – possono richiedere un visto turistico.

I cittadini di diversi paesi, tra cui Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda e Stati dell’UE, non hanno bisogno di un visto se il loro soggiorno è inferiore a 90 giorni. Al loro arrivo in Cile riceveranno invece una “Tarjeta de Turismo” (carta turistica). È importante che la conservino per quando lasceranno il paese.

Per coloro i quali hanno bisogno di un visto turistico, è importante che presentino insieme alla domanda di visto soltanto i propri documenti originali, altrimenti la domanda stessa corre il rischio di essere respinta e di dover essere rifatta da capo. Si può dover aspettare fino a quattro settimane affinché il visto turistico venga approvato, dopo di che si deve ritirare di persona al consolato. La seguente documentazione è necessaria per una domanda di visto turistico:

·  un modulo di domanda di visto compilato;

·  prova di un volo prenotato per il Cile andata e ritorno;

·  un passaporto valido e una fotocopia (e una copia del permesso di soggiorno, se applicabile);

·  un certificato di lavoro o buste paga degli ultimi tre mesi;

·  una fotografia biometrica formato passaporto con il proprio nome completo sul retro;

·  un invito di un individuo o di una società in Cile, o la prova della prenotazione di un albergo.

Le tasse di visto dipendono molto dal paese di origine. Il consolato può chiedere di fornire documenti aggiuntivi o di presentarsi per un colloquio personale. Se si decide di rimanere più a lungo di quanto originariamente previsto, si può chiedere una proroga del visto presso la “Extranjería” in Cile.


Visti a breve termine

I visti a breve termine, noti anche come visti di residenza temporanei, per lo più si applicano a stagisti, studenti in un anno sabbatico che fanno volontariato, individui in viaggio in Cile per visite alla famiglia, e immigrati che hanno un incarico a breve termine. Un visto a breve termine è valido per un massimo di un anno. Come con il visto turistico, possono essere necessarie fino a quattro settimane affinché il visto a breve termine venga approvato. Insieme alla domanda di visto va presentata la seguente documentazione:

·  un modulo di domanda compilato;

·  una fotografia biometrica formato passaporto con il proprio nome completo scritto sul retro;

·  un passaporto valido e una fotocopia;

·  un certificato di liquidazione della polizia (non più vecchio di tre mesi) che specifica se il richiedente ha una fedina penale;

·  un documento che attesti il motivo della richiesta del visto (ad es. un contratto di lavoro);

·  un certificato sanitario (che conferma che il richiedente non ha malattie contagiose);

·  la prova di fondi sufficienti per coprire la durata del soggiorno (ad es. estratto conto bancario).


Visti di lavoro

Se si sta per essere trasferiti all’estero dal proprio datore di lavoro o si vuole vivere e lavorare in Cile per più di anno, è necessario richiedere un visto di lavoro regolare. Per farne domanda, c’è bisogno della seguente documentazione:

·  un modulo di domanda compilato, compreso il numero di telefono di una propria persona di contatto in Cile;

·  una fotografia formato passaporto con il proprio nome completo scritto sul retro;

·  un passaporto valido e una fotocopia;

·  un certificato di liquidazione della polizia (non più vecchio di tre mesi) che specifica se il richiedente ha una fedina penale;

·  una lettera ufficiale del datore di lavoro rivolta al console, che spiega il ruolo di lavoro del richiedente;

·  un certificato sanitario (che conferma che il richiedente non ha malattie contagiose);

·  un contratto di lavoro.

Il contratto di lavoro

Prima di inviare i documenti, ci sono alcuni dettagli di cui si dovrebbe essere a conoscenza. Il proprio datore di lavoro deve visitare il Dipartimento cileno degli Affari Esteri per far autenticare la sua firma. Il richiedente deve anche visitare il consolato cileno per firmare il contratto di lavoro e farlo autenticare; bisogna prendere un appuntamento e pagare la tassa necessaria in anticipo. I contratti di lavoro già firmati in precedenza di solito non sono accettati. Inoltre, il contratto di lavoro deve seguire la legge cilena e contenere le seguenti frasi:

·  obligación del empleador de responder al pago del impuesto a la renta correspondiente en relación a la remuneración pagada – il datore di lavoro ha l’obbligo di rimborsare l’imposta sul reddito legalmente richiesta derivante dalla retribuzione versata dal dipendente;

·  obligación del empleador del pago de cotizaciones al Sistema Previsional y de Salud del trabajador en Chile o en el extranjero – il datore di lavoro è obbligato a rimborsare i contributi previdenziali del lavoratore in Cile o all’estero;

·  obligación del empleador del pago de los billetes de ida y vuelta del trabajador y su familia una vez finalizado el contrato – il datore di lavoro è responsabile del pagamento del dipendente e dei biglietti di ritorno della sua famiglia una volta che il contratto è risolto.

I trasporti nel Cile

Viaggiare dal nord del Cile a sud in aereo è abbastanza facile e fa risparmiare molto tempo rispetto a viaggiare in autobus. Per raggiungere regioni isolate nel sud del Cile, volare è spesso l’unica opzione. Lo svantaggio, tuttavia, è che volare non è economico. Verrà inoltre addebitata una tassa di partenza per i voli nazionali tra i 6 USD e gli 8 USD.

Dopo che “Aerolineas del Sur” ha dichiarato bancarotta nel 2008, nel Cile sono rimaste due compagnie aeree nazionali: Lan e Sky. Entrambi offrono una vasta rete di rotte, con Lan che offre voli anche per l’Isola di Pasqua. Inoltre, è possibile utilizzare compagnie aeree regionali più piccole e taxi aerei per raggiungere isole appartate come l’arcipelago di Juan Fernández.


Strada o ferrovia?

Nonostante sia buona la connessione ferroviaria tra i vari centri abitati del Cile, a volte è necessario, e più facile, usare la propria auto. Ha molto senso se si vogliono visitare città e parchi nazionali o se si desidera esplorare l’Isola di Pasqua. Anche se ci si trasferisce in Cile solo per pochi mesi, avere una macchina può rendere la vita molto più facile. Tuttavia, bisogna tenere a mente che non tutte le auto possono gestire le strade sterrate del Cile; un 4×4 è probabilmente l’opzione migliore se si ha intenzione di esplorare fuori dai sentieri battuti.

Acquistare un’auto in Cile richiede alcuni documenti. Si deve prima ottenere un codice fiscale RUT (Rol Unico Tibutario) presso l’ufficio “Servicio de Impuestos Internos” de Chile (SII). Una volta acquistato il veicolo, si hanno 30 giorni per trasferire il “Padron” (il titolo del veicolo) a tuo nome. Come nella maggior parte dei paesi, è obbligatorio acquistare l’assicurazione per il veicolo.

Sebbene la ferrovia cilena abbia conosciuto un boom tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, molti binari ferroviari sono ora abbandonati. Oltre al sistema ferroviario pendolare che collega Santiago a 17 comuni circostanti, ci sono pochissimi collegamenti ferroviari in tutto il Cile e la maggior parte delle persone preferisce volare o viaggiare in autobus. 

Tuttavia, c’è un sistema ferroviario modernizzato, che va da Santiago fino a sud a Temuco. Si può saperne di più sui collegamenti ferroviari, gli orari e le prenotazioni controllando il sito (spagnolo) di “Empresa de Ferrocarriles del Estado”.


Trasferimento in Cile? Contattaci per evitare problemi

Come abbiamo visto in questo articolo, il Cile presenta tanti benefici per coloro che vogliono trasferire la propria residenza o aprire un’attività in un Paese Business Friendly.

Se vuoi trasferire la tua residenza fiscale in Cile senza commettere errori e con l’aiuto di un professionista, noi possiamo aiutarti.

Luca Taglialatela

Dottore commercialista e tributarista internazionale, creatore di Trasferimento Sicuro, il primo blog dedicato ai trasferimenti di residenza fiscale dall’Italia verso l’estero e Tax Planning Internazionale, il primo blog che insegna agli imprenditori come risparmiare fiscalmente sull’attività della propria azienda grazie al tax planning internazionale.

Leggi Anche:

Iscriviti alla Newsletter

Scarica adesso gratuitamente la I Parte della Guida “I 25 passi per Trasferirsi all’Estero in Sicurezza”e comincia ad orientarti sulle principali linee guida da seguire elaborate grazie alla nostra esperienza ultraventennale.

cover ebook luca IPAD pt.1
Cerca